“Il Movimento 5 Stelle un anno e mezzo fa – …

“Il Movimento 5 Stelle un anno e mezzo fa – dichiara Piergiorgio Fabbri – ha presentato una mozione – frutto del lavoro congiunto dei consiglieri regionali e comunali – per agevolare le piccole e medie imprese nell’accesso al microcredito, in cui si chiedeva di eliminare le delibere di Giunta che obbligavano il ricorso alle garanzie rilasciate dai Confidi, imponendo un costo inutile ed aggiuntivo per le imprese. La mozione fu bocciata. Eppure oggi, quella mozione viene ripresa dall’assessore Bora, che ne fa una sua bandiera, quando fu proprio questa Giunta ad ostacolare agevolazioni e fruibilità dei fondi”.

Proprio il Movimento 5 Stelle ha istituito anni fa un fondo per il microcredito nel quale tutti i parlamentari hanno donato i tagli dei loro stipendi, pari ad oggi a 23 milioni di euro; molte aziende hanno avuto accesso al credito, rilanciando la propria attività. Il M5S è da sempre attivo e vicino alle piccole e medie aziende, fulcro dell’economia del nostro Paese, ed è consapevole delle difficoltà burocratiche e della necessità di mantenere i costi bassi per aziende già pressate e in difficoltà con la congiuntura economica.

Nella Regione Marche, con la mozione 246 del 10 maggio 2017, il gruppo pentastellato marchigiano – Maggi, Fabbri, Giorgini e Pergolesi – ha chiesto di permettere alle piccole imprese marchigiane l’accesso diretto al microcredito, così come avviene in altre regioni italiane. La mozione è stata bocciata, ma la battaglia è continuata concretamente anche sul territorio, dove la consigliera comunale pesarese del M5S Francesca Frenquellucci è riuscita a collaborare con un Confidi per attivare la procedura di concessione del microcredito, riuscendo a limitare i costi e semplificare l’iter burocratico imposto dalla regione, tant’è che ad oggi hanno avuto accesso ai finanziamenti circa 14 imprese pesaresi.

Il capogruppo Gianni Maggi è tornato più volte sull’argomento in consiglio regionale, l’ultima volta in sede di discussione del Defr, dove ha insistito nel chiedere di abbattere i costi di accesso ai fondi da parte delle piccole imprese che si rivolgono ai Confidi.

Rincalzano la dose i parlamentari marchigiani del Movimento 5 Stelle: “Il fondo microcredito è stato istituito grazie alle nostre donazioni. La Giunta PD ha fatto di tutto per ostacolarne l’accesso e renderlo estremamente complicato, difficoltoso e costoso. Oggi, ci da ragione e si ravvede, è più che un successo del Movimento, è un successo per le piccole e medie imprese che grazie a quanto abbiamo fatto e continueremo a fare con la legge di bilancio, torneranno a respirare”.

PARTECIPA SCEGLI CAMBIA  …

PARTECIPA SCEGLI CAMBIA …

PARTECIPA SCEGLI CAMBIA
Con il 7 novembre inizia una SERIE di INCONTRI aperti a tutti per parlare della città in un’ottica di sviluppo sostenibile e democrazia partecipata. Passaparola, condividi sui social #pesaroincambiamento

PESARO CITTA’ DELLO SPORT, DELL’AMBIENTE E DELLA …

PESARO CITTA’ DELLO SPORT, DELL’AMBIENTE E DELLA …

PESARO CITTA’ DELLO SPORT, DELL’AMBIENTE E DELLA BICI………MA A GIORNI ALTERNI (quando fa comodo!)

Cosa sta succedendo al Bando della Piscina/Circolo Tennis di BAIA FLAMINIA?

DAVVERO CI FARANNO 100 PARCHEGGI?

Facciamo parte della commissione Sport che da mesi chiede di essere convocata in merito a questo bando ma purtroppo nessuno del Comune viene a relazionarci nulla! Come mai?
Il Comune, un anno fa, ha prorogato la gestione per 12 mesi, fino a settembre di quest’anno, ma già a febbraio, guarda caso non appena aperta la struttura di via Togliatti, chi gestiva la piscina ha chiuso i battenti trasferendosi in via Togliatti.
Il Comune avrebbe dovuto, comunque, far uscire il nuovo bando a luglio 2018.
Ha avuto, quindi, un anno di tempo per cercare di trovare un metodo funzionale sulla futura gestione!
Siamo alla fine di ottobre ma ancora niente.

Il motivo?

E’ quasi certo che il Comune voglia “eliminare” una parte dell’impianto dalla gestione, precisamente la zona dove c’è il campo di calcetto e tutta la zona con il verde (riteniamo sia quella evidenziata nella foto allegata), fino a ridosso della piscina, per farne circa 100 parcheggi!

Quella di Baia Flaminia è l’ultima struttura sportiva rimasta nella zona centro/mare!

Speriamo davvero di sbagliarci su questa variante ma un bando che ritarda perché l’ufficio “lavori pubblici” deve studiarne alcune modifiche non lo vediamo positivo sia per la struttura esistente che per una città che invece dovrebbe incentivare lo Sport attraverso il Comune.

Eppure, in questi mesi, in nessuna commissione si è parlato di questo progetto! Come mai?

Si parla sempre di Pesaro “Città dello Sport” ma con questa modifica lo Sport è il primo che ci rimette!
Si parla di Ambiente, eppure si vuole eliminare una grossa fetta di verde dell’impianto.
Che tipo di alberi ci sono? Via tutto?
Chi in estate preferiva la piscina al mare si troverà una bella sorpresa!

E’ VERO CHE LE AUTO ARRIVERANNO A POCHI METRI DAL BORDO PISCINA?

– Sui giornali e in tv si fanno proclami sulla bicipolitana!

– Si vogliono eliminare le auto dal centro per diminuire lo smog!

– Si vogliono aumentare le navette!

TUTTO BELLO E CONDIVISIBILE!

Poi però si mettono 2 chioschi nel parcheggio di Campo di Marte (Piazza D’Armi)…. e adesso salta fuori che c’è la necessità di togliere altro verde, eliminare dei campi sportivi per creare ulteriori 100 posti auto???

Che tristezza!

Eppure, se si volevano costruire dei parcheggi in Baia Flaminia, l’Amministrazione pochi anni fa aveva gli spazi giusti ma ha scelto di realizzare altro! Come mai?

E’ vero, come abbiamo sentito, che probabilmente questi parcheggi o quelli di Campo di Marte (Piazza D’Armi), o entrambi, probabilmente saranno a pagamento?
Ma siamo a corto di soldi?

Tornando al bando: ad oggi quelli riguardanti le piscine e lo Sport del Nuoto a Pesaro sono sempre stati amministrati dal Comune in maniera assurda nelle strutture esistenti. Nessun bando è stato rispettato e i gestori hanno SEMPRE fatto come volevano!

Quindi la motivazione (l’ultima) della scelta fra un campo da Tennis/calcetto in mezzo al verde o un parcheggio per un Suv, la scopriremo solo quando uscirà il bando?

#parcheggiamoloSportquandocipare
#autopolitaninbaia

Federico Alessandrini e Francesca Remedi
consiglieri comunali MoVimento 5 Stelle Pesaro

(allegato articolo Resto del Carlino 27/10/2018)

“Innovazione nel modo di fare politica” …

“Innovazione nel modo di fare politica”
Cit. Sindaco Ricci

Per il sindaco l’innovazione sta tutta nei social e in questa continua ricerca di visibilità fine a se stessa.
Vuole veramente innovare?

Abbia il coraggio di proporre strumenti veri di Democrazia Diretta!

Anche se non sarebbero una innovazione, perché esistono già (per fortuna) in tante città e paesi nel mondo, per Pesaro e per i pesaresi lo sarebbero certamente.

In questi anni abbiamo chiesto e provato a sensibilizzare questa amministrazione affinché, con azioni concrete, provasse ad andare verso questa direzione ad esempio istituendo il cosiddetto “bilancio partecipato”.

Ci siamo incontrati con l’assessore al bilancio Delle Noci molte volte per provare a spiegare in cosa consiste e come già sta funzionando in altri comuni.
In pratica una quota del bilancio comunale viene destinata ad iniziative proposte dai cittadini, che seguiti ed aiutati in questo percorso, comprendono come funziona un bilancio comunale e nel concreto possono, una volta stimolati, portare il giusto contributo alle scelte, offrendo così la possibilità di essere parte attiva della propria città e essere al centro non solo una volta ogni 5 anni a ridosso delle elezioni.
Se all’inizio sembrava che un certo interesse lo avessimo suscitato (insieme a Lorenzo Lugli abbiamo incontrato l’assessore più volte) nel momento in cui si è dovuto iniziare a parlare di soldi e quanto si metteva sul piatto…
beh solo pochi spiccioli, le briciole.
Abbiamo così capito che l’unico interesse era quello di utilizzare questa eventuale azione solo come messaggio mediatico e non come reale opportunità nel coinvolgere i cittadini in azioni concrete per migliorare la nostra città.

Per il sindaco coinvolgere i cittadini significa dove fare una ruota panoramica, portarli in giro in auto o andare a cena a casa loro.
Abbiamo un PR non un sindaco.
Abbia si, il coraggio di ascoltare i cittadini e di coinvolgerli nelle scelte davvero importanti prima e non a “babbo morto”

Fabrizio Pazzaglia
Capogruppo M5S Pesaro

Finalmente

Finalmente

Finalmente!

Anche Pesaro avrà le prime due “casette dell’acqua” pubbliche!
Una a Villa Fastiggi di fronte alla scuola Galileo Galilei e l’altra nel parcheggio del San Decenzio.
Nel 2012 il consigliere comunale Ballerini del Movimento 5 Stelle presentò una mozione in Consiglio Comunale (votata favorevolmente) che chiedeva appunto all’amministrazione di attivarsi in tal senso.
Non ci speravamo più, ma la perseveranza ha premiato!
Questo è uno dei piccoli ma concreti passi verso la sistematica riduzione dei rifiuti.
Crediamo fortemente in questo processo e sosterremmo sempre tutte le iniziative che andranno in questa direzione.
Ci auguriamo solo che siano le prime di tante altre.

Luigi Di Maio …

Luigi Di Maio
4 h ·

Poco fa ci siamo visti con Beppe Grillo e Davide Casaleggio e abbiamo un importante annuncio per tutti voi: il 20 e 21 ottobre ci vediamo tutti a Roma, al Circo Massimo, per la quinta edizione di Italia 5 Stelle.

La prima Italia 5 Stelle, pensata e fortemente voluta da Gianroberto, la organizzammo proprio al Circo Massimo nel 2014. Allora il nostro sogno era andare al governo per eliminare i vitalizi, per eliminare la corruzione, per dare il Reddito di Cittadinanza e non lasciare indietro nessuno, per restituire l’acqua pubblica ai cittadini. Vi ricordate? Oggi questo sogno si sta realizzando. Forse non ci siamo ancora fermati un attimo a pensarci.

Oggi siamo al governo e abbiamo già eliminato i vitalizi, abbiamo approvato la legge Spazza Corrotti in Consiglio dei ministri, stiamo inserendo il Reddito di Cittadinanza nella legge di Bilancio (vi rendete conto dell’enormità della cosa?) e a breve in Parlamento si discuterà la nostra proposta di legge sull’acqua pubblica, che è il primo punto del contratto di governo.

Insieme a questo stiamo facendo e abbiamo fatto tante altre cose che nel 2014 erano solo un sogno. Stiamo mettendo in riga i prenditori rivedendo le concessioni statali, abbiamo dato una botta al precariato con il Decreto Dignità, approveremo la norma che elimina una volta per tutte le pensioni d’oro e contemporaneamente siamo pronti al superamento della Legge Fornero. Sono passati appena 4 anni eppure guardate dove siamo. Da marzo a oggi abbiamo iniziato a cambiare l’Italia e siamo in una prospettiva completamente diversa rispetto alla prima edizione di Italia 5 Stelle. Pd e Forza Italia che sembrava dovessero comandare per chissà quanto tempo oggi sono ridotti ai minimi termini e non sono in grado neppure di fare un’opposizione e si limitano a spargere falsità sul governo, usando i giornali e le tv da loro controllati. Ecco, l’odio dei media nei nostri confronti è l’elemento di continuità dal 2014 a oggi. Ma anche per loro sta arrivando il momento di dire addio ai finanziamenti pubblici indiretti e alle inserzioni milionarie delle aziende partecipate dello Stato che dettano loro la linea editoriale.

Tutto questo lo abbiamo fatto grazie ai sacrifici di ognuno di noi. Io ho dato tutto, così come tutti gli altri parlamentari e ministri, così come i nostri sindaci, i nostri consiglieri regionali e comunali, così come Beppe e Davide. Così come te e tutte le migliaia di attivisti presenti in tutta Italia. Camminando fianco a fianco, supportandoci a vicenda, partecipando alla stesura del programma e alla campagna elettorale, abbiamo portato le 5 Stelle in cima all’agenda di governo del nostro Paese.

Dal 4 marzo a oggi non ci siamo mai fermati un attimo. Abbiamo iniziato a pedalare per rendere l’Italia un posto migliore e per realizzare i punti del programma. Il 20 e il 21 ottobre sarà finalmente l’occasione per fermarci, per festeggiare i risultati che abbiamo raggiunto insieme e per raccontarci come vogliamo continuare per raggiungere tutti i nostri obiettivi.

Ci saremo tutti. Ci saranno i portavoce a tutti i livelli, i ministri, ci sarò io, ci saranno Beppe e Davide, interverrà anche il Presidente Conte, l’avvocato difensore del popolo italiano. E mi aspetto migliaia e migliaia di persone, attivisti e cittadini che vogliono partecipare alla costruzione di una nuova Italia.

Ci saranno tante iniziative che vi annunceremo in dettaglio nei prossimi giorni. Intanto segnate la data e iniziate a prenotare viaggio e alloggio. Ci vediamo a Roma il 20 e 21 ottobre al Circo Massimo!

Come sempre l’evento è reso possibile grazie alle vostre donazioni. Fai una donazione per Italia 5 Stelle qui: https://dona.ilblogdellestelle.it

Nei prossimi giorni saranno disponibili il programma completo e tutte le indicazioni logistiche.