/ gennaio 16, 2016/ Giustizia, Lavoro, M5S-Pesaro, Pace, Politica

COME E PERCHE’ VIENE AUMENTATA LA RICEZIONE DI PROFUGHI NELLA PROVINCIA DI PESARO?

Abbiamo letto che la Provincia di Pesaro-Urbino sta potenziando le strutture di accoglienza per ricevere un numero ancora maggiore di profughi arrivando a ben 940!

Il Bando pubblicato sul sito della Prefettura rinnova il servizio di accoglienza per i cittadini richiedenti protezione internazionale e le relative attività di gestione. La gara è sulla base del criterio dell’offerta economicamente più vantaggiosa.
Attualmente la capacità ricettiva corrisponde a circa 530 posti divisi in 21 centri provinciali (gestiti dalla Cooperativa Labirinto) più ulteriori 350 posti (mai utilizzati) che con l’ultimo bando dovevano essere garantiti per eventuali emergenze fino al 31.12.2015 dall’Associazione Incontri per la Democrazia che ha vinto il bando.

La cosa che ci preoccupa maggiormente è il fatto che la nostra provincia si appresta ad aumentare quasi del doppio la sua capacità ricettiva, anche senza aver utilizzato tutti i posti disponibili. Vorremmo solo capire in base a cosa, le provincie italiane sono soggette a questi aumenti di ricettività così a dismisura?

Perchè nel Bando vi è l’obbligo che i locali ospitino almeno 10 persone?

Perchè nei bandi della nostra provincia c’è il solito comma all’Art.8 che recita : “verranno considerati in possesso di comprovata esperienza questi soggetti che dimostreranno di aver svolto le menzionate attività per un periodo non inferiore a 6 mesi”? Questa restrizione non e presente in altri bandi e limitano la possibilità di partecipazione nostra a solo due Cooperative/Associazioni del nostro territorio!!!

Nel complesso ogni straniero costa da circa 32,5 a circa a 34,5 che saranno destinati alle Cooperative e alle Associazioni che gestiranno il servizio e che se andrà a regime corrisponderebbero a ben 11.150.750,00 euro l’anno (11.836.950,00

Appena un anno fa in tutte le marche erano 1792 i profughi accolti nelle strutture di tutte la regione corrispondenti al 3% circa del totale nazionale.

Raffrontando il periodo 1 gennaio 31 ottobre dell’anno 2014 (147.377) e 2015 (136.432) c’è stato un calo del 7,4% dei Migranti sbarcati.
Sembrerebbe quasi che diamo disponibilità ad ospitare nel caso altre Nazioni o Regioni non lo fossero.

Il problema Migranti va gestito in maniera conforme per un buon inserimento, una sana convivenza e magari un futuro in comune.

Aumentare il numero in maniera così rilevante potrebbe concentrare nella nostra provincia un numero molto superiore alla percentuale procapite nazionale; vorremmo capirne il motivo per poter a nostra volta informare i cittadini che continuamente ci chiedono informazioni in merito e comunque controllare che l’immigrazione non diventi quel giro d’affari che, Mafia Capitale docet, tanto fa gola alle cooperative!

Francesca Remedi e Federico Alessandrini

Consigliere Comunale

MoVimento 5 Stelle Pesaro