/ ottobre 13, 2017/ M5S-Pesaro

RISPARMIATORI BANCA MARCHE / BANCA ETRURIA TRUFFATI ?

È possibile fare qualcosa per cercare di recuperare il denaro perduto?
COME FARE RICORSO -GRATIS?

Sarà questo il tema della serata, organizzata dal Movimento 5 Stelle Pesaro

Venerdì 20 Ottobre ore 20:45

Sala della Provincia – Via Gramsci – Pesaro

Il Movimento 5 Stelle ha iniziato (grazie ai fondi derivanti dal taglio degli stipendi) una grande azione legale presso la Corte di Giustizia Europea dei Diritti dell’Uomo (CEDU), sia per la tutela del risparmio e dell’integrità dell’individuo, sia per la salvaguardia e il futuro delle imprese. Non sarà chiesto un solo Euro ad alcuno.

* RICHIESTA RISARCIMENTO FINO ALL’ULTIMO CENTESIMO *

Verranno poste nero su bianco, anche a livello internazionale, le omissioni di chi doveva controllare: Bankitalia e Consob in primis. E di chi doveva tutelare, ovvero lo Stato, e non l’ha fatto. Già, lo Stato, che è riuscito a trovare in fretta e furia ben 20 miliardi di Euro (a debito, sempre dei cittadini) per salvare Monte Paschi di Siena, senza contemporaneamente ripulire il management e allontanare quei partiti che hanno creato il disastro.

Ad essere polverizzati dovrebbero essere loro, questo duo inverecondo costituito da banchieri disonesti e uomini “amanti della cosa pubblica”, non i risparmi dei cittadini. Le infrazioni, sulla base di quanto previsto dalla “Convenzione europea dei diritti e delle libertà fondamentali” sono la violazione del divieto di schiavitù (art.4) – inteso come privazione della possibilità economica di sostentamento nell’ambito sociale – e la privazione della proprietà privata (art.1 del “Protocollo addizionale alla Convenzione”). Andremo fino in fondo, anche l’ultimo centesimo dovrà essere risarcito; i colpevoli istituti di credito stanno tentando di proporre, come ultimo schiaffo alla dignità, un’elemosina del 15% sul perduto. Questo affronto verrà spazzato via assieme a tutti quelli che in questi anni hanno voluto giocare con la vita e con i risparmi delle persone.

* IL MODULO DA COMPILARE *

Il modulo per il ricorso CEDU lo potete trovare sia alla serata del 20 Ottobre a Pesaro che nella pagina Facebook del Movimento 5 Stelle Pesaro http://www.ricorsocedu.it/ . Il Movimento 5 Stelle intende procedere ad una attività di verifica conoscitiva tra i risparmiatori, azionisti e clienti della Banca Marche e della Banca Etruria, finalizzata alla promozione di azioni presso le Corti di Giustizia Sovranazionali e, in particolare, innanzi alla Corte Europea dei Diritti dell’Uomo, per la tutela del risparmio dei cittadini e della integrità e salvaguardia del futuro delle imprese, fortemente danneggiati dall’operato e dalle politiche dei predetti Istituti di Credito.

Interverranno alla serata: un rappresentante dell’Associazione “Dipendiamo Banca Marche”, l’Euro Parlamentare M5S David Borrelli (promotore del ricorso), l’Avv. Gaetano Filograno, il Deputato M5S Andrea Cecconi, il Consigliere regionale Piergiorgio Fabbri. IL RICORSO E’ COMPLETAMENTE GRATUITO!

Già 4mila risparmiatori e azionisti di Veneto banca e Popolare di Vicenza hanno intrapreso questa strada