/ novembre 14, 2017/ M5S-Pesaro, News, Politica, Urbanistica

LA VISIONE FUTURA DEL BOCCIODROMO

Essere Città dello Sport e avere soldi per realizzare una struttura completa, in pieno centro, partendo da un foglio bianco, e poi presentare spavaldamente un progetto da 1.580.000 euro per 4 campi da bocce con cucina, come lo definereste?

E’ senz’altro una scelta politica, e sicuramente noi avremmo utilizzati diversamente tutti quei soldi (dei cittadini), ma visto che l’Amministrazione sostiene sui social che questo progetto ha contribuito a far vincere il bando delle Periferie sentiamo il bisogno di dire che NON E’ VERO e lo dimostra una delibera di Giunta del 2015!

In ogni caso, quello che proprio non ci spieghiamo è: perchè non sfruttare risorse e luogo per un progetto più ampio e finalizzato a diverse discipline sportive?

Forse perchè lo abbiamo chiesto noi con una mozione? (non riusciamo a darci altre risposte!)

Peccato Sindaco che non ci voglia mai ascoltare… e siamo sempre noi quelli del NO….

Peccato perchè secondo noi diverse discipline sportive, FRA CUI LE BOCCE, avrebbero davvero portato ad una riqualificazione della zona (non basta il parcheggio e l’area camper) e avrebbero coinvolto, in una stessa struttura, intere famiglie e generazioni differenti.

In quest’ultimo progetto, diverso dal precedente, è stato annunciato che verranno inserite anche altre discipline, fra cui l’arco e il basket.

Dove? Non è così!

Prima sul tetto ci sarebbe stato un terrazzo, ora ci saranno i pannelli.

Prima c’era una tribuna con 210 posti, ora quello spazio, in fondo ai campi di bocce, definito “area libera”, può essere utilizzato come eventuale prolungamento del campo di bocce per allestire un campo di basket (impossibile da attuare sui campi stessi), per il tiro con l’arco (che si deve adattare alle misure che ci sono), per il pubblico (con eventuale tribunetta per quello seduto).

Il tutto in quel piccolo spazio!

Questa è l’unica zona polivalente!

Tutto il resto del progetto?

La sala riunioni è rimasta, il bar è rimasto, la sala biliardi è rimasta, la sala ricreativa è rimasta, ma soprattutto LA CUCINA è rimasta! In tutto più di 300 mq.

Verrà chiamato impianto sportivo o centro sociale?

Siamo sicuri che nella “visione futura” del Sindaco non mancheranno, oltre alle bocce, le tombole le briscole e le serate danzanti!

“Sarà 3 volte Natale e Festa tutto l’anno” recitava un grande.

Ma lo Sport è ben altro

I portavoce in consiglio comunale M5S Pesaro

Foto articoli Resto del Carlino e Corriere Adriatico 13.11.2017