/ novembre 16, 2017/ M5S-Pesaro, Politica

PRIORITÀ
“Se non comunichi non esisti”

Questa frase è diventata un mantra per il Sindaco, che deve soddisfare continuamente la necessità di apparire, comunicare quello che ha fatto, che vorrebbe fare e anche quello che non farà mai.

È sicuramente il Sindaco che ha avuto a disposizione più soldi di tutti quelli che lo hanno preceduto (decine di milioni di euro derivanti dalle tasse dei suoi concittadini), ma di un progetto organico e strutturale di investimenti nessuna traccia.
Così ha pensato di “investire” in tantissimi asfalti anche dove non serviva farli, un esempio su tutti il rifacimento del parcheggio di V.S. Martino per l’arrivo di Gentiloni!

Ogni tipo di scelta di spesa l’ha fatta pensando alla propria visibilità!

Soldi spesi non scegliendo un criterio di priorità oggettivo, ma valutando la “convenienza” politica.

Alcune sono condivisibili? Sicuramente! Altre per niente!

Da anni, in ogni sede istituzionale e non, diciamo che le scuole dovrebbero avere la priorità assoluta nelle scelte di investimento.
Nel nostro territorio comunale solo una percentuale irrisoria è conforme alle norme antisismiche attuali.

Non esiste una reale mappatura della stato degli immobili e “solo” (purtroppo) per l’avvenuto terremoto, un minimo di coscienza si è mossa e inizierà un (lungo) processo per capire con dei carotaggi lo stato dell’arte.

Ma oltre al rischio sismico, tante sono le scuole che continuano a soffrire ad ogni pioggia di infiltrazioni più o meno gravi.

Ora verrà costruita una nuova scuola (bene), ma non è così che si sistemano le altre.

Sappiamo che intervenire su un tetto non ha nessun impatto mediatico, costruirne una nuova, e far mettere le prime pietre al ministro ne ha un altro.
L’ “annuncite” e le inaugurazioni sono diventate l’attività principale del nostro primo cittadino!
Ma la sostanza è ben diversa e secondo noi disporre di tutti quei milioni e non provare nemmeno a fare lo sforzo di creare un progetto ad ampio respiro e a lungo termine è davvero un’occasione persa!
Sarebbe stata anche una occasione per coinvolgere i cittadini nelle scelte!
Quali sono le priorità e cosa farebbe un qualsiasi cittadino, con 30/40 milioni di euro da poter spendere per il bene della Città?

I portavoce in consiglio comunale M5S Pesaro

Articolo Resto del Carlino 16.11.2017