/ marzo 11, 2018/ M5S-Pesaro

SANITÀ – NEL VOTO IL PESO DELLA POLITICA LOCALE

Con il voto di domenica scorsa i cittadini hanno detto NO anche alle politiche locali e in particolare a quelle sanitarie, ostinatamente imposte dalla Regione Marche, con il beneplacito del sindaco Matteo Ricci, senza possibilità di dialogo con il territorio.

Determinante a mio parere quella che ritengo essere una lunga e ininterrotta serie di errori che abbiamo da sempre contrastato, con atti in consiglio comunale:

– mancanza assoluta di condivisione e di trasparenza nelle scelte gestionali
– perdita degli ospedali dell’entroterra e riduzione dei posti letto già sottodimensionati
– localizzazione a Muraglia dell’ormai impopolare ospedale provinciale, irrealizzabile senza cospicui fondi privati
– perdita dell’ospedale di Fano ridotto a funzioni di emergenza e diagnostica, e previsione di una struttura privata
– privatizzazione di alcuni servizi ospedalieri del territorio provinciale
e, per ultimo, la recente proposta di legge 145 sulle sperimentazioni gestionali aperte a privati, che per fortuna non è stata ancora approvata e che a questo punto mi auguro venga definitivamente accantonata.

La risposta in consiglio comunale alle nostre proposte e interrogazioni?
Nessuna!

Questa maggioranza, con indifferenza e talvolta anche ironia, ha impedito un dibattito SERIO sulla sanità della nostra città, dibattito “ingessato” da anni sulla realizzazione e localizzazione della nuova struttura, quando i cittadini tutti i giorni pagano le conseguenze di una gestione fallimentare!

Ma ora che finalmente è arrivata la risposta, anche dagli stessi cittadini di Pesaro, secondo me tutte queste scelte, fatte tra l’altro senza il consenso delle comunità, andrebbero immediatamente riviste.

Non credo purtroppo che con l’attuale amministrazione questo accadrà, ma di certo è il primo compito del MoVimento 5 Stelle che nei prossimi anni potrebbe essere chiamato dai cittadini a governare diversi Comuni della regione e forse la Regione stessa!

La nostra proposta (allegata una sintesi) per la sanità è pronta, trasparente, democratica e i cittadini evidentemente l’hanno apprezzata.

Silvia D’Emidio
Portavoce comunale M5S Pesaro

Articolo Corriere Adriatico 11.03.2018

Share this Post