/ maggio 12, 2018/ M5S-Pesaro

Fare “la facciata”?….o fare bene?

Perché quasi ogni lavoro affidato…. “scade” nel giro di pochi mesi?

Un piccolo esempio su tutti:
le balaustre di Piazzale della Libertà, in uno stato permanente di degrado nonostante i continui interventi.

Opera voluta a suo tempo dal mitico uomo “delle opere ad hoc” Ceriscioli!
Un lavoro realizzato male, con ruggine ovunque in poco tempo, mai sistemato a dovere e, soprattutto, senza nessun responsabile! È un modus operandi ormai riconosciuto a PD: come dimenticare il progetto per un parcheggio sotterraneo in viale Trieste costato 97.000 €? … E per il progetto del nuovo ospedale? Avete un idea di quanto ci costerà?

Sulla situazione delle balaustre avevamo denunciato e chiesto all’Assessore Belloni a Maggio del 2016, dopo che il Comune aveva stanziato 16.000 euro per la sistemazione, ma a Ottobre erano tornate peggio di prima!
Nel 2017, appena 12 mesi fa, il Comune ha deciso di stanziare altri 39.000 euro per realizzare i lavori in maniera scrupolosa (nota bene: sopra i 40mila occorre un bando!) ma oggi, alle porte della stagione estiva 2018, siamo di nuovo punto e a capo. Basta guardare le foto!

C’era qualcuno che doveva garantire sulla tenuta dei lavori? Chi del Comune ha controllato?
Abbiamo speso ben 23.000 mila euro in più dell’anno prima con lo stesso risultato!
Oppure la colpa è della corrosione del mare e della mini-nevicata?
A Fano… che dista solo 12 Km… perchè non accade?

Insomma: 55.000 euro in due anni – SOLDI DEI CITTADINI – usati male.

E quest’anno servirà un’altra mano di vernice?
Aspettiamo e sorridiamo solo al pensiero… ma è una vergogna!!

Avere soldi da spendere significa forse poter sperperare?

E questo è solo un piccolo esempio di malagestione.
Il problema è che questo modo di fare viene utilizzato anche per spese molto più importanti: piastrelle davanti alla Sfera di Pomodoro (400.000€ vendendo le azioni pubbliche di MMS), bocciodromo (indispensabile!) da oltre 1.600.000 €,
Se gestire in questo modo i soldi dei cittadini, viene professato da questa amministrazione come il criterio “del buon padre di famiglia” , abbiamo perso davvero la misura e il limite di decenza.

Crediamo sinceramente che Pesaro abbia ben altre priorità e confidiamo possa quanto prima cambiare questa idea malsana dello spendere solo per apparire e non dell’investire a lungo termine sul futuro dei cittadini e della città.

I portavoce in consiglio comunale M5S Pesaro

Foto articoli Resto del Carlino e Corriere Adriatico 12.5.2018

Share this Post