/ Gennaio 11, 2019/ M5S-Pesaro

CHI NON PARTECIPEREBBE AD UN BANDO DEL COMUNE, SAPENDO CHE IL MUTUO PER I LAVORI PREVISTI LI PAGHERÀ IL COMUNE STESSO?

Quando si partecipa a un bando del Comune per la gestione di un Impianto Sportivo nel quale si prevedono dei lavori di ristrutturazione (per oltre 2 milioni di euro), ogni cittadino si aspetterebbe di vedere subito degli operai al lavoro!
E chi ha vinto il bando dovrebbe essere obbligato a realizzare e a pagare il progetto!
A Pesaro non è così!
In primis nello Sport e soprattutto nelle piscine!

Parco della Pace:
bando vinto nel 2012, ma lavori mai partiti.
Già dal 2014 come M5S abbiamo denunciato la cosa, anche perché chi aveva vinto il bando (Cooperativa Italcappa, poi TKV) aveva fatto la cessione del ramo d’azienda alla a.s.d. Sport Village, che però non aveva le opportune coperture economiche.
In realtà da subito il Presidente di Sport Village ha detto al Comune che per fare i lavori e avere il mutuo di circa 3 milioni, la Banca aveva chiesto delle garanzie (ma va??) che lui non aveva!
Ora, non sta a noi valutare l’opportunità del gestore (che per inciso fa i suoi interessi! ) ma sicuramente la malagestione della amministrazione pesarese a partire dalla stesura del bando con le conseguenze che oggi ribadiamo.
Un bando assurdo, al limite del ridicolo, soprattutto per il Comune stesso che adesso si sobbarca spese non dovute!
Negli anni successivi i
lavori non sono partiti (quindi non rispettando il bando stesso), con Sport Village sempre in attesa di questa “garanzia” da parte di qualcuno….
I vari Arceci, Nonni e Belloni ci hanno sempre detto che era tutto regolare e, anzi, c’erano dei progetti migliorativi.
Ora quel progetto c’è, è di circa 6 milioni di euro (il doppio del precedente), e come garanzia verranno utilizzati i 200.000 euro+iva annui, già da diversi anni versati a Sport Village, ma che dovevano essere utilizzati per la gestione vera e propria dell’impianto, comead es. riduzione delle tariffe!
(o… forse, visto che i lavori li pagherà il Comune, l’ingresso all’impianto costerà pochissimo o sarà gratis?…..)
Le ditte per i lavori le sceglierà ovviamente Sport Village, e se ci saranno migliorie magari più costose si vedrà, ma non temete, come si diceva una volta …
“paga la mamma!”

Anche perché… Come ha dichiarato anche oggi il Segretario Generale… “Il bando prevedeva delle garanzie da parte del Comune!”.
Quindi: chi non parteciperebbe a un bando (magari con un mega progetto) sapendo che i lavori da fare li garantirà il Comune?

Facile no?

E poi si stupiscono se arrivano, per certe situazioni, gli esposti in procura.

Federico Alessandrini
Consigliere Comunale
Movimento 5 Stelle Pesaro

Share this Post