Per quanto riguarda l’acqua in linea con la proposta del M5S nazionale dobbiamo ricostituire l’ente che gestisce l’acqua in modo completamente pubblico o se non è possibile a causa di contratti pregressi, che utilizzi i proventi per reinvestimenti sul territorio o per lo sgravio dei costi dell’acqua stessa con lo stesso principio di quanto esposto per l’energia. Tutte le strutture pubbliche utilizzeranno acqua di rubinetto filtrata scuole comunali comprese. Si proporranno disciplinari relativi al consumo di antiparassitari, concimi e diserbanti creando una fascia di rispetto in prossimità dei fiumi e dei corsi d’acqua per evitare l’inquinamento diretto delle acque superficiali e di profondità, inquinamento che ha un impatto sulla salute estremamente importante. Ci faremo portavoce presso la regione ed in sede europea per trasferire fondi agli agricoltori nell’area di rispetto facendo leva sui piani di sviluppo rurale con la creazione di un progetto ad hoc. Verranno eseguite analisi sulle acque di mare litoranee i cui risultati verranno resi pubblici mediante la app. comunale. Tutti gli esercizi di ristorazione che useranno l’acqua pubblica (filtrata) al posto dell’acqua in bottiglie avranno una riduzione sulla Tari con un’aliquota da definire.