https

https://www.ilblogdellestelle.it/m/2018/05/ecco_la_sintesi_del_contratto_per_il_governo_del_cambiamento.html

https

https://www.ilblogdellestelle.it/m/2018/05/ecco_la_sintesi_del_contratto_per_il_governo_del_cambiamento.html

Fare “la facciata”?….o fare bene? …

Fare “la facciata”?….o fare bene? …

Fare “la facciata”?….o fare bene?

Perché quasi ogni lavoro affidato…. “scade” nel giro di pochi mesi?

Un piccolo esempio su tutti:
le balaustre di Piazzale della Libertà, in uno stato permanente di degrado nonostante i continui interventi.

Opera voluta a suo tempo dal mitico uomo “delle opere ad hoc” Ceriscioli!
Un lavoro realizzato male, con ruggine ovunque in poco tempo, mai sistemato a dovere e, soprattutto, senza nessun responsabile! È un modus operandi ormai riconosciuto a PD: come dimenticare il progetto per un parcheggio sotterraneo in viale Trieste costato 97.000 €? … E per il progetto del nuovo ospedale? Avete un idea di quanto ci costerà?

Sulla situazione delle balaustre avevamo denunciato e chiesto all’Assessore Belloni a Maggio del 2016, dopo che il Comune aveva stanziato 16.000 euro per la sistemazione, ma a Ottobre erano tornate peggio di prima!
Nel 2017, appena 12 mesi fa, il Comune ha deciso di stanziare altri 39.000 euro per realizzare i lavori in maniera scrupolosa (nota bene: sopra i 40mila occorre un bando!) ma oggi, alle porte della stagione estiva 2018, siamo di nuovo punto e a capo. Basta guardare le foto!

C’era qualcuno che doveva garantire sulla tenuta dei lavori? Chi del Comune ha controllato?
Abbiamo speso ben 23.000 mila euro in più dell’anno prima con lo stesso risultato!
Oppure la colpa è della corrosione del mare e della mini-nevicata?
A Fano… che dista solo 12 Km… perchè non accade?

Insomma: 55.000 euro in due anni – SOLDI DEI CITTADINI – usati male.

E quest’anno servirà un’altra mano di vernice?
Aspettiamo e sorridiamo solo al pensiero… ma è una vergogna!!

Avere soldi da spendere significa forse poter sperperare?

E questo è solo un piccolo esempio di malagestione.
Il problema è che questo modo di fare viene utilizzato anche per spese molto più importanti: piastrelle davanti alla Sfera di Pomodoro (400.000€ vendendo le azioni pubbliche di MMS), bocciodromo (indispensabile!) da oltre 1.600.000 €,
Se gestire in questo modo i soldi dei cittadini, viene professato da questa amministrazione come il criterio “del buon padre di famiglia” , abbiamo perso davvero la misura e il limite di decenza.

Crediamo sinceramente che Pesaro abbia ben altre priorità e confidiamo possa quanto prima cambiare questa idea malsana dello spendere solo per apparire e non dell’investire a lungo termine sul futuro dei cittadini e della città.

I portavoce in consiglio comunale M5S Pesaro

Foto articoli Resto del Carlino e Corriere Adriatico 12.5.2018

Dopo il video che abbiamo pubblicato sulla nostra …

Dopo il video che abbiamo pubblicato sulla nostra …

Dopo il video che abbiamo pubblicato sulla nostra pagina fb è intervenuto sulla stampa il Capogruppo PD Perugini Marco.
Prima di fare uscite scomposte, visto il ruolo che ricopre, sarebbe fondamentale che si informi meglio su ciò che dice e contesta.

Il nostro Sindaco Ricci segue come un mantra la frase “se non comunichi non esisti ” e in funzione di questa è sempre impegnato a comunicare… anche il nulla.
Ha la sindrome dell’inaugurazione cronica.
In questo caso addirittura ha fatto presenziare il Presidente del Consiglio e il Presidente della Regione.
Un’inutile passerella politica solo appunto per “comunicare”.
Il risultato?
Lo abbiamo dimostrato nel video!

Ma torniamo a Perugini.
Ha dichiarato che la scuola di montelabbate era “recente e realizzata con criteri antisismici”.
Tutto Falso!

La scuola di Montelabbate è stata costruita e ristrutturata prima dell entrata in vigore delle legge antisismica degli anni 80 (1953), non si capisce come si possa affermare che la scuola fosse antisismica.
Essere in regola con le leggi in vigore all’epoca o essere sicura forse dal punto di vista statico ma non sismico, sono cose ben diverse.
Per qualche politico esperto forse è uguale, tant’è che nella precedente campagna elettorale la precedente amministrazione locale si vantava che le scuole “erano il fiore all’occhiello del comune”, senza però aver mai fatto alcuna verifica sulla vulnerabilità sismica o sullo sfondellamento dei solai.
La scuola era così ben funzionante che i vigili del fuoco prorogavano ormai da un decennio il certificato prevenzione incendi della scuola, che non aveva l’impianto elettrico a norma, rischiando la chiusura della scuola stessa se non veniva adeguato alle nuove normative in vigore.
Nella tensostruttura utilizzata per fare attività fisica non c’erano gli spogliatoi e talvolta non veniva utilizzato per problemi al riscaldamento o perché ci pioveva dentro.
Forse prima di scrivere o parlare bisognerebbe documentarsi o vivere tra i cittadini, non solo dietro a una tastiera dicendo assurdità, caro Perugini!

D’altronde i risultati delle ultime elezioni dimostrano quanto sia funzionante e funzionale l’operato di chi ci amministra o di chi ci ha amministrato prima.

Per questa scuola di Montelabbate, come per altri lavori, hanno incaricato degli ingegneri esperti ed eseguito i controlli dei solai e hanno redatto la relazione sulla vulnerabilità sismica obbligatoria per legge dal 2002 e che nessuna struttura scolastica aveva.

Forse gli esperti della politica preferiscono non sapere e non conoscere (per meglio dire nascondere la testa sotto la sabbia).
Sono stati eseguiti tutti i controlli in modo da poter certificare le scuole, sprovviste di ogni certificato e forse aver portato tutto alla luce del sole da fastidio.

E comunque Perugini dovrebbe pure sapere che il PD locale in consiglio ha votato a favore!
Come mai?

Questa scuola è in legno.

Quella di Pesaro, annunciata come tale, lo sarà?
Chiedeteglielo!

Fabrizio Pazzaglia portavoce in consiglio comunale M5S Pesaro

Articolo Resto del Carlino 24.4.2018

Fino al 9 Maggio si celebrerà il quarantesimo …

Fino al 9 Maggio si celebrerà il quarantesimo …

Fino al 9 Maggio si celebrerà il quarantesimo anniversario del sequestro Moro.
Il giornalista Franco Fracassi ne ha fatto un film: Sequestro Moro,sentenza di morte.
E’ stato finalista al premio Ilaria Alpi ed è stato acquisito come prova della recente commisione Moro.

Sabato 28 Aprile alle h.21 nella sala della Provincia in via Gramsci 4 a Pesaro,verrà fatta la proiezione gratuita del film, con la presenza del regista, e ne seguirà un dibattito pubblico.

Le parole, la scuola, i fatti

Le parole, la scuola, i fatti

Le parole, la scuola, i fatti!

La differenza fra chi vive di spot e chi mantiene le promesse.

Scuola di via Lamarmora Pesaro
Scuola Primaria di Osteria Nuova (Montelabbate)

Fino al 9 Maggio si celebrerà il quarantesimo …

Fino al 9 Maggio si celebrerà il quarantesimo …

Fino al 9 Maggio si celebrerà il quarantesimo anniversario del sequestro Moro. Il giornalista Franco Fracassi ne ha fatto un film: Sequestro Moro,sentenza di morte.E’ stato finalista al premio Ilaria Alpi ed è stato acquisito come prova della recente commisione Moro. Sabato 28 Aprile alle h.21 nella sala della Provincia in via Gramsci 4 a Pesaro,verrà fatta la proiezione gratuita del film, con la presenza del regista, e ne seguirà un dibattito pubblico.