Per la sicurezza o per il bocciodromo?


Leggere in tutte le pagine dei principali quotidiani locali che, finalmente, la baraccopoli in Via dell’Acquedotto è stata sgomberata, per rileggere il giorno dopo, dalle stesse testate giornalistiche, che proprio nessuno se ne è andato, fa sorridere.

Davvero il problema principale sono i Rom? O è un semplice pretesto?

Perché ci sembra logico e scontato che questi sgomberi coatti degli insediamenti abitativi (qualsiasi essi siano), che non prevedano soluzioni alternative non siano accettabili, né sotto il profilo pratico, né sotto il profilo giuridico. Ed è soprattutto inaccettabile che vengano tollerate ghettizzazioni in locali non idonei e quindi a rischio sanitario e infortunistico. Nel disagio sociale tutti devono avere la possibilità di una via d’uscita, di qualsiasi etnia essi siano, ma tutti, indistintamente, devono avere gli stessi diritti e doveri nel rispetto delle Leggi Italiane! E deve esserci chi lavora per far rispettare le regole a TUTTI!

L’amministrazione dove aveva preventivato si trasferissero queste persone? Nel vicino Ospedale! (la sanità a Pesaro è un altro discorso, ma vedere ogni giorno all’ingresso del S.Salvatore o, ancora peggio, al Pronto Soccorso persone che vanno stabilmente a dormire, a mangiare o a bivaccare ci sembra vergognoso!).

Leggeremo forse che diverse soluzioni sono state proposte ai Rom in questione, che difficilmente se ne andranno, che la zona purtroppo è così, ma di non temere perché il nostro Sindaco ha già annunciato come risolverà a breve il degrado di quella zona!

Sarà solo un ricordo la puzza del centro di raccolta dei rifiuti da parte di MMS e la presenza dei Rom perché si andrà a costruire un BOCCIODROMO che costerà ai pesaresi 1 milione e 400 mila euro circa. Siamo sicuri che non sarà un impianto sportivo che prevederà magari più sport “minori” fra cui le bocce? NO, solo ed esclusivamente un Bocciodromo per la modica cifra di 1,4 milioni di euro! Un affare da non perdere! (ma ne parleremo alla prossima puntata).

Il problema Rom è una parte del problema che comprende quello dei parcheggiatori sempre davanti l’Ospedale e in piazzale Carducci e quello ben più serio della sicurezza e dell’igiene dei luoghi frequentati dai cittadini pesaresi. Ci sono luoghi, l’ospedale in primis, che vanno rispettati perché chi ci entra non lo fa per divertimento!

La “bellezza” di una città si vede dalla cura per ciò che già c’è e per la qualità della quotidianità offerta a chi vive e visita la città e non dalle costruzioni appariscenti!

Ma basta polemizzare, oggi è un altro giorno, un bel giorno per la nostra amministrazione visto e considerato che nelle passate 24 ore si è verificato un “miracolo” quello delle video camere posizionate nel parcheggio “Carducci” che dopo mesi di incomprensibile torpore hanno deciso di ritornare a funzionare. Che sollievo.

Peccato che, come sempre, occorre aspettare che qualcosa di “non gradito” accada a pubblici ufficiali prima di vedere fare qualcosa per risolvere il problema!
Anche questa è Pesaro, purtroppo!

Bassi,Remedi,Demidio,Alessandrini, Pazzaglia

Consigliere Comunale

MoVimento 5 Stelle Pesaro