Mai fine al peggio


Matteo Ricci: dal silenzio assoluto al “finalmente abbiamo un progetto”

Mai fine al peggio!

 “Finalmente abbiamo un progetto” ha osato chi, dopo aver forse spremuto al massimo le meningi, ha memoria breve!

Il sindaco Ricci infatti non ricorda quando espresse in
consiglio comunale, a settembre 2014, la sua totale contrarietà sia alla scelta di Fossosejore sia a quella del partenariato pubblico-privato.

Sostenne allora che i soldi dovevano
essere trovati dal pubblico esercizio e che la soluzione di Muraglia era
la migliore poiché consentiva di risparmiare molti soldi.

Certo non avremmo preteso che andasse oltre chiedendo una rivisitazione del piano sanitario territoriale il che, lo si capisce facilmente, sarebbe stato veramente sorprendente per un sindaco dislocato nei poteri alti del partito di Renzi, ma simili affermazioni a caratteri cubitali sui giornali, ci lasciano senza parole, sopratutto quando in ballo c’è la salute dei cittadini!
E’ raccapricciante prendere atto con quale disinvoltura persone che sono alla guida di una città e responsabili della sua salute dei cittadini, risolva l’imbarazzante situazione
con una dichiarazione senza un minimo senso di serietà e
responsabilità.

Combinazione vuole anche che la ditta che propone il progetto, la Inso Sistemi per le Infrastrutture Sociali, fa parte del gruppo Ferfina, il cui principale soggetto societario, la Società Italiana per le Condotte di Acqua, ha come Presidente del consiglio di Sorveglianza, Franco Bassanini, ex ministro e presidente di Cassa Depositi e Prestiti fino al Luglio 2015, ed attuale Special Advisor di Renzi.
Ricci da vicepresidente del PD è a conoscenza di questo piccolissimo particolare oppure anche ora sostiene di non saperne nulla?

Ma a riflettere bene cos’altro avrebbe potuto dire il primo cittadino di Pesaro se non quello che ha detto? Come e’ possibile immaginare che si possa andare controcorrente riguardo decisioni che provengono dai piani alti del potere che dirige a bacchetta ogni cosa?

 

Chi ha fatto della carriera politica il proprio lavoro evidentemente non può certo mettersi di traverso riguardo decisioni di cui la politica di governo deve fare da traghettatore decisionale-legislativo e il solo fatto di durare a lungo in posti decisionali di prim’ordine non può di certo non avere il suo costo.

 

L’unica e ultima speranza è che i cittadini tutti aprano gli occhi e prendano atto di come la cosa pubblica viene gestita e, oltre a manifestare nei luoghi pubblici e con modalità democratiche , acquistino la consapevolezza che l’ultima soluzione possibile e’mandare a casa tutta la classe politica che sino ad ora ha governato il territorio locale e nazionale, unica responsabile del disastro cui tutti siamo testimoni.

Bassi,Remedi,Demidio,Alessandrini, Pazzaglia

Consigliere Comunale

MoVimento 5 Stelle Pesaro