Piano Spiaggia: i consiglieri comunali tagliati fuori!


Il Movimento 5 Stelle non è mai intervenuto sul Piano Spiaggia perché in attesa di una seduta congiunta della commissioni competenti, di cui noi consiglieri abbiamo insistentemente chiesto la convocazione.

Non solo, abbiamo reiteratamente chiesto la documentazione pertinente, senza poterla mai ricevere dagli uffici comunali. C’è stato più volte assicurato dall’assessore Stefania De Regis che avremmo ricevuto la documentazione e che avremmo avuto l’occasione di analizzarla in commissione, di avere notizie su tutto l’iter al quale il documento preliminare è stato sottoposto, compresi i pareri dati dagli enti intervenuti sull’argomento.

Tutte notizie da noi costantemente richieste, ma di cui abbiamo potuto apprendere solo a mezzo stampa.

Abbiamo ricevuto i documenti tramite consiglieri di quartiere!

Questo è inquietante!

Poi l’assessore e il Sindaco se la prendono se in consiglio troviamo qualcosa che non va e ci accusano di voler solo “rallentare”!!

 

Questa giunta agisce in assoluta autonomia e segretezza, quasi fosse una setta, i consiglieri comunali sono tagliati fuori da qualsiasi contrattazione politica delle scelte.

 

Poche persone decidono il futuro urbanistico della città, senza il minimo rispetto della rappresentatività democratica dei cittadini che hanno votato per essere rappresentati dai propri consiglieri.

 

Cosa teme questa Giunta?

La maggioranza in consiglio comunale è schiacciante e vista l’incapacità o l’impossibilità dei consiglieri di maggioranza di opporsi alle scelte di “corte”, che cosa hanno da perdere?

Le osservazioni delle minoranze, sarebbero state un arricchimento? Secondo noi si, anche se non accolte.

Del resto non si tratta di modifiche di poco conto, ma dello stravolgimento totale del piano spiaggia vigente, con ampiamenti e cambi di superfici, che, vista l’impossibilità di metterli in discussione, ci sembrano più dei veri e propri favori sui cui è impossibile mettere becco!

La commissione si farà il 10 febbraio, quando la Giunta ha approvato ieri il Piano Spiaggia, a che pro? Non solo non hanno voluto ascoltare e interloquire con tutti i consiglieri comunali, ma nemmeno hanno tenuto in considerazione il parere espresso nei consigli di quartieri, che sappiamo non essere stato risolutamente positivo.

Questo modus operandi si ripete da inizio legislatura ed è, secondo noi, studiato a tavolino per escluderci dalle scelte.

 

Anche nei casi in cui il consiglio comunale ha approvato le nostre mozioni di indirizzo, impegnando Sindaco e Giunta al coinvolgimento delle commissioni stesse nel trovare strategie risolutive finalizzate alla concretizzazione delle nostre proposte, non c’è stato seguito, le commissioni si sono fermate (alcuni esempi: tavoli di lavoro con esercenti del centro storico, della zona mare e con le società sportive, emergenza smog, baratto amministrativo, spiaggia pubblica per cani).

 

Di quale velocità parla Ricci? Va veloce solo quando vuole lui!

Sul Piano Spiaggia (che siamo riusciti comunque ad analizzare) avremo modo di esporre le nostre riflessioni sopratutto in merito all’impatto ambientale notevole che lo stesso avrà sulla zona di Baia Flaminia, area di rilevanza naturalistica e sottoposta a vincoli ambientali SIC di cui non si fa alcun cenno nella relazione tecnica illustrativa e nell’art 44 delle NTA (Norme Tecniche di Attuazione).

Cogliamo l’occasione di ricordare che la commissione del 10 febbraio prossimo è pubblica come tutte le commissioni, come da regolamento comunale, e invitiamo i cittadini ad intervenire, siamo sicuri che ora, a provvedimento approvato, il presidente Pagnini, non costringerà, illegittimamente, il pubblico ad uscire, come successe la volta scorsa!

Bassi,Remedi,Demidio,Alessandrini, Pazzaglia

Consigliere Comunale