Testamento Biologico


Sindaco Ricci, Lei è politicamente disonesto!

 

Il nostro sindaco è proprio una persona politicamente disonesta!

Imbroglia la cittadinanza con giri di parole su informazioni oltretutto false.
E’ successo già una volta quando ha tentato di far credere che il Movimento 5 Stelle è contro al referendum come strumento (ve lo ricordate?), ora vuole far credere che il testamento biologico a Pesaro è frutto di un intesa fra PD e Movimento 5 Stelle.
Vi raccontiamo invece come stanno le cose:
già nella passata legislatura il Movimento 5 Stelle presentò una mozione richiedente lo stesso testamento biologico, che fu bocciata (indovinate da chi?) dallo stesso PD.
Noi, Sindaco, siamo coerenti con le nostre idee, pertanto era facile prevedere la nostra posizione per lo stesso argomento!
Lei dice che il suo silenzio in aula è stato per evitare di politicizzare il tema, invece noi le diciamo che siamo abituatissimi al suo silenzio in aula, soprattutto durante la discussione delle mozioni, o perché assente o perché impegnato a allenarsi alla tastiera del suo (nostro) cellulare!
Lei che dice di non voler strumentalizzare, su un tema delicatissimo come il testamento biologico, lo ha appena fatto con le Sue dichiarazioni, finalizzate semplicemente all’attacco del Movimento 5 Stelle sul decreto Cirinnà! Complimenti!
Ribadiamo quindi che non siamo un modello di collaborazione con il PD ma semplicemente un esempio di coerenza e onestà politica!
Del resto difficile sarebbe per noi trovare un punto di incontro con lei Sindaco, che, con i soldi dei cittadini pesaresi, usufruisce di un portavoce (48.000 euro), o del nuovo addetto stampa che ci risulta essere largamente ricompensato (sempre a spese nostre). Del resto queste mansioni risultano indispensabili al nostro Sindaco sempre presente in TV!
Difficile sarebbe per noi trovare un punto di incontro con lei Sindaco che va avanti da solo nei suoi progetti amministrativi di fusione o unione senza dare ascolto a nessuno e talvolta sbagliando, sempre a spese nostre (ricordiamo che il suo errore sul referendum per la fusione Pesaro-Mombaroccio ci è costato almeno 50.000 euro)!
Difficile sarebbe per noi trovare un punto di incontro con lei Sindaco che vende le quote MMS per piastrellare piazzale della libertà (350.000 euro) quando a Pesaro le priorità sono altre!
Difficile sarebbe per noi trovare un punto di incontro con il Suo partito, Sindaco, che ha speso 97.000 euro per un progetto di parcheggio sotto viale Trieste che non verrà mai realizzato (per fortuna), e 400.000 euro buttati nel progetto del nuovo stadio che si aggiungeranno ai 3 milioni di euro per risistemare il vecchio Benelli e ai 1.400.000 euro per il bocciodromo in via dell’Acquedotto!
Difficile sarebbe per noi trovare un punto di incontro con il Suo partito, Sindaco, che sta distruggendo la sanità pubblica in favore di quella privata.

 
Potremmo continuare all’infinito nel solo intento di chiarire le idee ai cittadini, ben confusi dalle sue dichiarazioni!
Lo abbiamo sempre detto: se riteniamo che una proposta sia giusta per i cittadini siamo i primi a sostenerla senza se e senza ma, e continueremo a farlo, come lo fanno i nostri portavoce in parlamento, ma essere strumentalizzati a proprio piacimento e per il solo fine personale non ci và proprio.
Continueremo ad attaccare pubblicamente questa giunta per tutto quello che riteniamo sia contrario al bene pubblico, senza strumentalizzare nulla come questa giunta ha più volte tentato di far credere!

Bassi,Remedi,D’Emidio,Alessandrini, Pazzaglia

Consigliere Comunale

MoVimento 5 Stelle Pesaro